Rimuovere le cicatrici della prostata

Come eliminare o attenuare le cicatrici

Se è possibile bere alcolici dopo la rimozione della prostata

Come se la lotta contro l'acne non fosse già abbastanza difficile, dopo la pubertà devi affrontare anche le cicatrici e i segni lasciati dall'eritema post-infiammatorio. Tuttavia, sappi che è possibile sbarazzarsi di tutti quegli inestetismi: basta trovare il metodo adatto per la tua pelle.

Le tecniche per gestire e controllare le cicatrici sono molteplici e possono partire da semplici creme fino a interventi più invasivi di rimuovere le cicatrici della prostata.

Per creare questo articolo, 69 persone, alcune in rimuovere le cicatrici della prostata anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo. Categorie: Cura della Pelle.

Ci sono 14 riferimenti citati in questo articolo, che puoi trovare in fondo alla pagina. Metodo 1. Identifica il tipo di cicatrici presenti sulla tua pelle. Quelle prodotte dall'acne sono di quattro tipologie e, se ne conosci la natura, puoi scegliere il trattamento più indicato. Sono caratterizzate da profondi forellini sulla superficie. Le cicatrici boxcar si formano soprattutto rimuovere le cicatrici della prostata tempie o sulle guance e sono caratterizzate da zone depresse con bordi angolati simili ai segni lasciati dalla varicella.

Le cicatrici "a scodella" conferiscono alla cute un aspetto increspato, le loro pareti si inclinano gradatamente, ai bordi sono superficiali ma diventano più profonde al centro. Rimuovere le cicatrici della prostata cheloidi o cicatrici ipertrofiche sono cicatrici spesse e sollevate che si formano a causa di un eccesso di collagene sintetizzato per riparare la lesione originale.

Prova un trattamento topico per le cicatrici atrofiche. Con questo termine si intendono tutte le cicatrici non rilevate e che non sono cheloidi. In genere tale tipo di imperfezione cutanea risponde bene ai trattamenti topici che mirano a rafforzare la produzione di collagene. Cerca i prodotti che contengano: Un alfa-idrossiacido AHA. L'acido glicolico è uno dei tanti AHA disponibili. Affinché sia efficace, il prodotto da banco deve avere un pH compreso fra 3 e 4.

Durante il giorno spalma una crema con protezione solare e cerca di evitare l'esposizione ai raggi del sole quando segui questo trattamento.

Un beta-idrossiacido BHA. Un BHA deve avere un pH compreso fra 3 e 4 affinché possa esfoliare la cute. Un esempio è l'acido salicilico; questo prodotto non deve essere usato dalle donne incinte.

L'acido retinoico o vitamina A. Fai un tentativo con la microdermoabrasione per le cicatrici atrofiche. La microdermoabrasione esfolia la pelle usando dei cristalli finissimi ed è relativamente indolore e incruenta. La procedura stimola l'organismo a produrre collagene sotto la cute; molti dermatologi la consigliano e la praticano nel loro ambulatorio.

Informati per trovare qualche consiglio. Se ti è possibile, parla con qualcuno che si è già sottoposto a questa procedura per trattare le cicatrici acneiche. Alcuni individui con cicatrici profonde evitano la microdermoabrasione e si sottopongono direttamente alla dermoabrasione, un processo più invasivo che interessa gli strati profondi dell'epidermide.

Chiedi al dermatologo qual è la soluzione migliore per il tuo caso specifico. Preparati alla convalescenza. La pelle sarà rossa e sensibile dopo il trattamento. Evita la luce diretta del sole per alcune settimane e applica sempre una protezione solare. Sottoponiti al peeling chimico. Grazie a questa procedura è possibile rimuovere il primo o i primi strati della cute in modo che si rigeneri una rimuovere le cicatrici della prostata pelle priva di inestetismi e macchie.

Il peeling chimico dovrebbe essere sempre eseguito da un dermatologo o da un suo assistente, sebbene non sia un processo troppo doloroso — i pazienti in genere lamentano una leggera sensazione di pizzicore o bruciore. Chiedi al dermatologo quale tipo di peeling è rimuovere le cicatrici della prostata adatto alle tue esigenze.

Ci sono diverse soluzioni pensate per vari tipi di problemi cutanei e che agiscono a profondità differenti. I peeling chimici portano a rimuovere le cicatrici della prostata migliori quando vengono usati diverse volte. Non restare al sole e usa sempre una crema con fattore di protezione. L'epidermide sarà estremamente sensibile dopo il trattamento, non rovinare un buon lavoro con una scottatura!

Valuta i trattamenti laser. Esistono diverse procedure e il dermatologo sceglierà quella più indicata per il tuo problema. Il laser resurfacing per le cicatrici atrofiche funziona in modo analogo alla microdermoabrasione. Il suo obiettivo è quello di lisciare la cute attorno alle cicatrici per ridurne l'aspetto e la visibilità. I trattamenti con dye laser pulsato sono efficaci contro i cheloidi e le cicatrici rosse. Questa procedura induce l'apoptosi la morte delle singole cellule livellando le cicatrici sollevate e riducendo l'arrossamento.

Chiedi al medico qualche informazione in merito ai filler. A volte le cicatrici sono tanto profonde che i trattamenti superficiali non sono sufficienti da soli. In tal caso devi considerare la possibilità di iniettare dei "riempitivi", chiamati anche filler, che sollevano le zone depresse rendendole meno evidenti. L'unico aspetto negativo dei filler consiste nel fatto rimuovere le cicatrici della prostata questi materiali, con il rimuovere le cicatrici della prostata, vengono assorbiti dal corpo e quindi sono rimuovere le cicatrici della prostata altre iniezioni ogni mesi.

Prova le iniezioni di steroidi. Gli steroidi, cioè i farmaci cortisonici, sono in grado di ammorbidire e poi restringere le cicatrici dure. Questo trattamento è molto efficace contro i cheloidi. Come ultima risorsa puoi valutare la chirurgia. L'escissione con bisturi cilindrico prevede l'incisione della cute attorno alla cicatrice.

La ferita viene poi suturata per eliminare il tessuto cicatriziale originale. Metodo 2. Comprendi la terminologia. L'iperpigmentazione, invece, genera macchie marroni che derivano da un eccesso di melanina.

Puoi distinguere i due problemi osservando il colore, ma anche eseguendo un semplice test: le macchie eritematose scompaiono quando applichi pressione sulla cute, mentre quelle iperpigmentate no. Il termine "cicatrice" descrive solamente i fori e le imperfezioni rilevate causate dall'acne; le persone che soffrono di sfoghi cutanei molto gravi sono interessate anche a ridurre la visibilità dell'eritema e dell'iperpigmentazione. Tratta entrambe le alterazioni cutanee. Diversamente dalle cicatrici, l'eritema tende a scomparire mano a mano che la produzione di rimuovere le cicatrici della prostata rallenta.

Dato che il processo richiede da 6 mesi a diversi anni per essere efficace, molte persone preferiscono ridurre i tempi sottoponendosi a trattamenti con prodotti specifici.

I trattamenti efficaci dovrebbero contenere degli agenti schiarenti o che correggono il tono della cute. Queste lozioni sono molto rimuovere le cicatrici della prostata nei Paesi asiatici, dove è rimuovere le cicatrici della prostata diffuso il desiderio di avere una pelle chiara.

Cerca dei prodotti che contengono l'acido cogico, la vitamina C, l'arbutina, la nicotinammide, l'estratto di gelso, l'acido azelaico e l'estratto di liquirizia. Poiché questi principi attivi sono stati esaminati scientificamente come prodotti schiarenti, in linea generale sono sicuri da usare e non dovrebbero causare reazioni avverse quando vengono applicati in maniera corretta.

Potresti aver sentito che negli Stati Uniti e in altri Paesi extraeuropei alcuni dermatologi prescrivono creme con idrochinone. Tuttavia, questa sostanza è vietata in Europa già dala causa dei suoi gravi effetti collaterali sia nel breve sia nel lungo periodo.

I sieri con vitamina C sono in grado di rigenerare il collagene uniformando l'incarnato per limitare l'eritema post-infiammatorio. Va sottolineato che molti prodotti da banco di questo tipo non contengono una concentrazione sufficiente di principio attivo per essere efficaci. Se vuoi utilizzare il siero con vitamina C, la soluzione migliore è farti prescrivere un prodotto concentrato dal dermatologo. Spalma sempre una crema solare. Fai un tentativo con l'esfoliazione chimica. I prodotti da banco che contengono alfa-idrossiacidi AHA sono in grado di esfoliare la cute e promuovere il ricambio cellulare, trattando sia l'acne sia l'eritema post-infiammatorio.

Usa sempre la protezione solare perché gli alfa-idrossiacidi causano fotosensibilità e potresti scottarti facilmente. Valuta il peeling chimico che utilizza sia l'acido glicolico sia altri AHA o i beta-idrossiacidi presso l'ambulatorio del dermatologo.

Questa procedura è ben più incisiva rispetto a quella che puoi fare a casa con i prodotti da banco. La sostanza chimica penetra più a fondo nella cute, quindi saranno necessari più giorni o addirittura settimane prima che l'arrossamento e l'irritazione spariscano; tieni presente che questo trattamento sarà più costoso.

Usa i retinoidi. Questi sono dei derivati acidi della vitamina A e sono molto efficaci per trattare diversi problemi cutanei come le rughe, le linee d'espressione, l'acne e le macchie. Le creme retinoidi aiutano a scolorire i segni dell'iperpigmentazione accelerando il ricambio cellulare; sono inoltre efficaci contro le cicatrici atrofiche perché stimolano la produzione di collagene.

Si tratta di prodotti disponibili solo dietro prescrizione medica, quindi dovrai fissare un appuntamento presso il dermatologo per sottoporti al trattamento. Va sottolineato che i retinoidi rendono la cute molto sensibile alla luce solare e devono essere applicati solo la sera.

Nei prodotti da banco per la cura della pelle viene utilizzato in genere il retinolo, una versione più debole dei retinoidi. Le case produttrici affermano che queste creme e lozioni sono efficaci tanto quanto i retinoidi, ma i loro effetti non possono essere neppure paragonati a quelli ottenuti con le creme su prescrizione.

Valuta il trattamento laser. Se l'eritema o l'iperpigmentazione post-infiammatoria non scompaiono nel giro di diversi mesi, allora puoi considerare di sottoporti a una terapia laser per ridurre l'aspetto delle macchie e renderle meno visibili.

Le tecniche più moderne sono in grado di rimodellare la superficie della pelle eliminando al contempo ogni imperfezione o macchia scura di iperpigmentazione. Questi laser stimolano anche la produzione di collagene che andrà a riempire i "fori" lasciati dalle cicatrici. Gli altri laser, come quello dye pulsato, svolgono un'azione specifica contro l'arrossamento e le macchie causate dall'acne.

L'unico aspetto negativo rimuovere le cicatrici della prostata trattamenti laser è rappresentato dal rimuovere le cicatrici della prostata e in genere servono fino a tre sedute per eliminare del tutto l'iperpigmentazione.

Al termine di ogni sessione la cute sarà irritata e sensibile; tuttavia, potrai apprezzare i risultati in breve tempo, che saranno permanenti e soddisfacenti. Fai qualche esperimento con i rimedi casalinghi. Sebbene le procedure e le cure mediche abbiano un tasso di successo molto elevato, alcune persone potrebbero preferire dei prodotti meno invasivi, disponibili in ogni casa e sicuri da usare. Maschera al miele.