Se è possibile fare lemodialisi per il cancro alla prostata

Buonasera Dottore - Tumore alla prostata: Una nuova cura

Farmaci con cancro alla prostata

Descubra todo lo que Scribd tiene para ofrecer, incluyendo libros y audiolibros de importantes editoriales. SHOCK 1. Indice 3. Indice 6. ARDS Indice Ogni immagine riporta uno specifico link alla pagina di riferimento su wikipedia dove sono indicate le specifiche licenze.

Nonostante le mie attenzioni e le attenzioni delle persone che mi aiutano e che ringrazio sicuramente possono essere presenti degli errori o delle imprecisioni che vi invito, se possibile, a segnalarmi. Per qualsiasi problema, errori, consigli, informazioni mandami una mail a:. Provveder a condividere con te, quando possibile, la versione editabile del mio file, di modo che sia pi facile correggerlo.

Non posso garantire in alcun modo che questa raccolta di appunti sia sufficiente per superare un qualsiasi esame: il superamento di una prova, di qualsiasi natura essa sia, richiede un bagaglio di competenze e conoscenze che non pu essere quantificato in alcun modo.

Se intendete fidarvi, fatelo a vostro rischio e pericolo. Lo shock presenta una letalit piuttosto elevata, si parla di: 1. Grazie ad un riconoscimento molto precoce, la letalit dello shock se è possibile fare lemodialisi per il cancro alla prostata fortemente diminuita.

Un efficace trasporto di ossigeno essenziale quindi per garantire un adeguato funzionamento cellulare, questo dipende da: Funzionalit cardiaca. Contenuto di ossigeno del sangue. A questi due parametri essenziali si aggiunge chiaramente la capacit della cellula di estrarre ed utilizzare lossigeno reso disponibile avvelenamento della catena mitocondriale. I determinanti di se è possibile fare lemodialisi per il cancro alla prostata importantissimo valore sono diversi, ricordiamo: a Attivazione simpatica e riduzione dellattivit parasimpatica.

Dipende molto dalla stimolazione adrenergica. Dipende molto dalla stimolazione adrenergica recettori adrenergici 1. Le concentrazioni sono valutabili in termini di pressione parziale che di mmHg. Si tratta di una quantit molto piccola ma fondamentale in quanto responsabile della pressione parziale di ossigeno arteriosa che: Viene percepita dai chemocettori periferici e regola i processi di ventilazione quindi.

Dallaltro consente il passaggio continuo di ossigeno verso il sangue dallalveolo: lemoglobina sottrae allequilibrio formatosi sulla soluzione sangue dellossigeno che viene rimpiazzato per filtrazione dallalveolo. Il rapporto tra emoglobina satura e pressione parziale di ossigeno determina la curva di saturazione della emoglobina, possiamo dire che: In corrispondenza del sangue arterioso abbiamo: Una pO2 di circa 97mmHg.

A livello del sangue venoso abbiamo: Una pO2 di circa 40mmHg. I fattori che influenzano la saturazione dellemoglobina sono molto diversi: 1. Variazioni se è possibile fare lemodialisi per il cancro alla prostata pH. Variazioni della temperatura. Variazioni dei livelli di 2,3 DPG. Variazioni della concentrazione di CO2.

Figura 1. Accompagna questa fase un aumento di livelli di acido lattico i cui valori normali sono da 0. Non sempre un aumento dei lattati dovuto ad una condizione di riduzione della disponibilit di ossigeno: Eccessiva richiesta di ossigeno, come avviene per esempio nello status epilepticus.

Perdita della capacit di utilizzare lossigeno, come avviene per esempio nello shock settico. Si innescano quindi: Vasocostrizione arteriolare che limita il flusso di sangue a cute, muscolo, rene e visceri splancnici. Un aumento della frequenza cardiaca e della contrattilit che portano ad un aumento del cardiac output. Costrizione delle vene ad alta capacit che aumenta il ritorno venoso. Rilascio di: 2 Adrenalina. Con la progressione dello shock vanno incontro a lisi i lisosomi e si liberano enzimi lesivi per la cellula.

Vanno valutati segni che indicano riduzione dei volumi come emorragie, vomito, diarrea, eccessiva produzione di urine. Vanno valutate anamnesticamente le funzioni cardiaca, respiratoria e nervosa, alterazioni delle quali possono compromettere in modo significativo la risposta allo shock.

Vanno considerate cause farmacologiche come la reazione anafilattica soprattutto ma anche labuso di diuretici o effetto cardiaco di beta bloccanti.

ESAME OBIETTIVO La pressione arteriosa classicamente considerata il parametro fondamentale per parlare di shock, tuttavia la sua insensibilit stata dimostrata da numerosi studi, lo shock pu verificarsi anche in presenza di una pressione arteriosa normale. F requenza cardiaca P ressione arteriosa sistolica La valutazione dello stato di shock tuttavia deve prendere in considerazione se è possibile fare lemodialisi per il cancro alla prostata variabili: Temperatura: a seconda dei casi il paziente pu essere ipertermico o ipotermico.

Ove sia ipotermico lipotermia va distinta in endogena ed esogena, dove il trattamento chiaramente differente. Uso di beta bloccanti. Patologia cardiaca preesistente. Pressione sistolica: pu se è possibile fare lemodialisi per il cancro alla prostata leggermente con la risposta autonomica per poi cadere con lo sviluppo dello shock. Pressione diastolica: correla con la contrazione arteriolare, spesso sale inizialmente e permane alta fintanto che i meccanismi di compenso sono efficaci.

Cade con lo sviluppo dello shock. Pressione differenziale: differenza tra pressione sistolica e diastolica, correla con la rigidit dellaorta e con leiezione sistolica, aumenta inizialmente per poi calare prima ancora della pressione sistolica.

Polso paradosso cio la riduzione della pressione arteriosa con linspirazione. Ricordiamo che SP-DP la pressione differenziale. Shock index, molto utile, rappresentato dalla formula: F requenza cardiaca Se è possibile fare lemodialisi per il cancro alla prostata ressione arteriosa sistolica.

I suoi valori normali sono tra 0. Una persistente elevazione, sopra 1. Sistema nervoso centrale: nel paziente giovane e robusto pu essere lunico indice di shock significativamente alterato, la sofferenza cerebrale si traduce in vari sintomi.

Va valutata se possibile la pressione di perfusione cerebrale cio la differenza tra la pressione arteriosa media e la pressione intracranica. Cute, molto importante si valutano: refill capillare del letto ungueale, pallore, cianosi, sudorazione, Sistema cardiovascolare, da valutare con estrema attenzione.

Sistema respiratorio, vanno valutati con attenzione i valori di saturazione e non solo. Organi splancnici, spesso il tratto gastroenterico soffre la riduzione del flusso ematico finalizzata a favorire gli organi vitali, pu andare incontro quindi a sanguinamento, ileo, pancreatite e non solo. Rene, la cui funzione va valutata con estrema attenzione. Funzioni metaboliche generali, valutazione soprattutto dellequilibrio acido base e delle disionie.

Shock ipovolemico: dovuto ad una riduzione del volume circolante effettivo. Shock cardiogeno: dovuto a disfunzione cardiaca. Shock ostruttivo: dovuto a cause extra cardiache di ostruzione al flusso. Shock distributivo: determinato da alterazioni metaboliche tali da compromettere la funzione cellulare, avviene in corso di sepsi e di intossicazione della catena mitocondriale. Valutazione di base: Emocromo con formula, globuli rossi, piastrine e valori correlati.

Elettroliti, glucosio, calcio, magnesio, fosforo. BUN e creatinina. Tempo di protrombina e tempo di tromboplastina parziale attivata. Analisi delle urine. Radiografia del torace. Valutazione delle funzioni fisiologiche: Gas arteriosi. Lattati sierici. Fibrinogeno, prodotti di catabolismo della fibrina, D-dimero. Pannello di funzionalit epatica. Valutazione emodinamica non invasiva: Valutazione della portata cardiaca. Valutazione emodinamica invasiva: Pressione di riempimento.

Gittata cardiaca. Calcolo dei valori emodinamici prima descritti. Valutazione specifica delle cause: Emocultura, urocultura, coltura dello sputo. Puntura lombare. Cultura dei prelievi delle ferite. Livelli di cortisolo. Test di gravidanza. IMAGING Sicuramente limaging rappresenta un presidio diagnostico fondamentale in questo contesto: Se è possibile fare lemodialisi per il cancro alla prostata del torace, essenziale per diversi aspetti.

Identificazione di foci settici. Valutazione della funzione se è possibile fare lemodialisi per il cancro alla prostata edema polmonare e strie di Kerley.

Valutazione della funzione cardiaca dimensione del cuore soprattutto. Ecografia, essenziale: Per la valutazione della funzione polmonare. Per la valutazione della funzione cardiaca. In linea generale il trattamento dello shock viene condotto sulla base dellacronimo: A ariway. B brathing. C circulation. D delivery of oxygen. E end points of resuscitation. AIRWAY Il controllo delle vie aeree si ottiene in modo ottimale con lintubazione endotracheale, misura piuttosto invasiva, tuttavia la ventilazione a pressione positiva estremamente utile.

BRATHING Il controllo dellattivit respiratoria molto importante per due motivi: La tachipnea in corso di shock determina un aumento del consumo di ossigeno da parte dei muscoli respiratori e non utile in quanto superficiale.